DVD-Slideshow | free sliding :-)

Cercavo un sistema (naturalemente “libero”) per creare uno slideshow di una serie di foto. Sarebbe bello si potessero anche inserire dei testi e degli effetti di transizione “morbidi” e magari carini.

Ho trovato DVD-Slideshow. Bello davvero! In Debian si installa con:

# apt-get install dvd-slideshow (sono necessari anche “sox”, “mjpegtools”, “imagemagick” e “ffmpeg”).

Si tratta di un programma a riga di comando. Si, non ha interfaccia grafica ma passando una mezzoretta sul wiki indicato sopra si imparano i pochi comandi base; poi per affinare c’e’ tempo…e comunque il risultato e’ davvero interessante.

Prepariamo l’area di lavoro creando una directory contenente le immagini da processare:

$ mkdir foto

e una directory che conterrà il filmato finale (e’ solo una mia comodità; si puo’ lasciare anche tutto nella stessa dir):

$ mkdir foto/slide

Ci sono 5 moduli dei quali due sono i principali dvd-slideshow e dir2slideshow.

Partiamo da “dir2slideshow” che ha il compito di scansionare una intera directory di foto e creare un file TXT contenente le istruzioni da dare in pasto a dvd-slideshow per creare il video finale.

$ dir2slideshow -n ‘nome_file’ -t 6 -c 1 /percorso/alla/dir/da/processare/

Le opzioni:

-n -> indica il nome del file TXT da generare;

-t -> indica la durata (in secondi) di permanenza di ogni fotogramma;

-c -> indica la durata del “crossfade” (passaggio sfumato) tra una foto e l’altra.

Tutti questi parametri possono essere modificati in un secondo momento editando il file TXT generato.

Una volta creato il file con le struzioni possiamo lanciare il secondo modulo che produrrà il video vero e proprio:

$ dvd-slideshow -n ‘nome_file_video’ -o /directory/di/output/del/video -a /percorso/al/file/musicale/nome_sound.mp3 -f /percorso/al/file/di/istruzioni/nome_file.txt

Le opzioni:

-n -> nome del file finale (video);

-0 -> percorso alla directory che conterrà il video finale;

-a -> file mp3 da inserire come “sfondo musicale”;

-f -> file TXT generato dal modulo dir2slideshow in precedenza.

Alcune note: il file di testo che contiene le istruzioni può essere modificato e personalizzato molto in dettaglio. Si possono inserire titolo iniziale e sottotitoli di ogni immagine. Tuttavia i sottotitoli vengono generati ma non visualizzati. Come suggerito dalle FAQ e’ necessario inserire nel file TXT la seguente istruzione per consentirne la visualizzazione:

subtitle_type=”render”

Consiglio anche la lettura di questo post molto ben fatto!

Se alla fine vogiamo creare un DVD a tutti gli effetti con tanto di menu’ per la navigazione dei “capitoli” ci viene in aiuto il modulo dvd-menu.

Nel nostro caso la sintassi e’ la seguente:

$ dvd-menu -t “primo capitolo” -f nome_file_config.xml -n ‘titolo_principale’ -b /percorso/alla/img/di/sfondo.JPG

Le opzioni:

-t -> titolo dei capitolo che verra’ creato nel menu’ a sinistra;

-f -> percorso al file di configurazione XML creato da dvd-slideshow;

-n -> titolo del DVD visualizzato in alto;

-b -> percorso al file immagine da usare come sfondo

In questo modo viene creata una directory chiama dvd_fs contentente i files pronti per la creazione del DVD. Per creare l’immagine ISO da masterizzare usiamo il programma mkisofs:

$ mkisofs -dvd-video -udf -o dvd.iso dvd_fs

L’immagine chiamata dvd.iso e’ pronta per la masterizzazione (con k3b o altro software).

Annunci

conversione di DVD audio/video in mp3

Non sono un esperto di multimedia e derivati ma mi e’ capitato (mi è stato chiesto) di convertire la traccia audio registrata da DVD in formato MP3.

Ho trovato questo strepitoso programma: devidify.

Una volta scaricato scompattarlo e, da riga di comandoo, spostarsi all’interno della directory che si viene a creare.

Il programma si lancia con il comando:

$ ./devidify

Compare un’interfaccia grafica dalla quale si posso impostare vari parametri. In sostanza il programma effettua una scansione (tasto “Scan”) del lettore DVD alla ricrca di tracce. Se ne trova crea un elenco (i capitoli) nel quale si possono spuntare le tracce da convertire. Impostato tutto si lancia il ripping (tasto “Rip”) durante il quale vengono creati dapprima le tracce in formato WAV. In seconda battuta (in automatico) vengono convertiti in MP3.

A questo punto abbiamo “n” tracce MP3. Se vogliamo fonderle in un solo file ci viene in aiuto il programma “mp3wrap” (l’ho installato dai repository di Debian Lenny).

E’ un programmino che funziona solo da riga di comando con poche opzioni ma fenomenale. A titolo di esempio supponiamo di disporre di 4 file MP3 chiamati primo.mp3, secondo.mp3, terzo.mp3 e quarto.mp3 e vogliamo unirli per ottenre il file totale.mp3. Ecco la sintassi:

$ mp3wrap totale.mp3 primo.mp3 secondo.mp3 terzo .mp3 quarto.mp3

Fatto.